LA PUBBLICITA' CI FA INSEGUIRE LE AUTO E I VESTITI, FARE LAVORI CHE ODIAMO PER COMPRARE CAZZATE CHE NON CI SERVONO.
(Tyler Durden)

Citazione del mese:

"Ci trattavano come delle stelle del Cinema, ma eravamo più potenti, eravamo tutto. Le nostre mogli, le madri, i figli campavano bene con noi. Io avevo dei sacchetti pieni di gioielli nella credenza in cucina, avevo una zuccheriera piena di cocaina sul comodino accanto al letto. Mi bastava una telefonata per avere tutto quello che volevo: macchine gratis, le chiavi di una dozzina di appartamentini in città. Scommettevo 30 mila dollari ai cavalli di domenica, e sperperavo le vincite la settimana dopo oppure ricorrevo agli strozzini per pagare gli alibratori. Non aveva importanza, non succedeva niente quando eri in bolletta andavo a rubare un altro po' di grana, noi gestivamo tutto; pagavamo gli sbirri, pagavamo gli avvocati, pagavamo i giudici stavano sempre con la mano tesa, le cose appartenevano a chi se le prendeva. E adesso è tutto finito. È questa la parte più dura, oggi è tutto diverso. Non ci si diverte più, io devo fare la fila come tutti gli altri e si mangia anche di schifo. Appena arrivato ordinai un piatto di spaghetti alla marinara e mi portarono le fetuccine col Ketchup. Sono diventato una normale nullità. Vivrò tutta la vita come uno stronzo qualsiasi."

("Quei bravi ragazzi")

domenica 13 gennaio 2008

L' Allenatore nel Pallone 2(Movie number eighteen)



Titolo:L'allenatore nel pallone 2
Produzione Italia
Anno 2008
Regia Sergio Martino
Attori Principali: Lino Banfi, Anna Falchi, Urs Althaus, Francesco Totti, Joanna Moskwa, Giuliana Calandra, Andrea Roncato, Alessandro Del Piero, Luca Toni.
Durata 100 minuti circa.

Ero molto scettico nel vedere questo film lo devo ammettere. Mi sembrava unicamente un operazione commerciale, 20 anni dopo il capolavoro di cui tutti quanto conosciamo a memoria battute e scene storiche. Pensavo fosse un film per portarsi a casa qualche soldo, con un Oronzo Canà oramai vecchio, appesantito e senza piu idee.

E infatti avevo pienamente ragione. E lo dico senza esserne felice perché non potete sapere quanto volevo avere torto!

I seguiti nella storia del Cinema sono sempre inferiori ai primi originali film, salvo rare eccezioni, e finiscono per rovinare l’originale e di infondere tristezza allo spettatore che ricorda il primo film con nostalgia.



Mai cosa fu cosi vera. L’allenatore nel pallone 2 è una bruttissima, per non dire orribile, copia del primo. Le battute tra un porca putténa e un Crisantemi sono sempre le stesse, le situazioni sono cosi banali e stereotipate che non riescono a strappare una risata(infatti al cinema a parte qualche eccezione nessuno e ripeto nessuno rideva). Ed è veramente avvilente se si paragona al magnifico film degli anni 80.

Sempre le stesse cose, sempre lo stesso finale. Mentre nel primo le comparse di giocatori o protagonisti del mondo del calcio erano genuine e avevano un senso nella storia, arricchendola, ora in questo capitolo le comparse di Totti, Del Piero, Toni, Buffon, Pruzzo, Mughini, Ilaria D’Amico e chi piu ne ha piu ne metta sono solo tappabuchi per riempire un film che è vuoto, sconclusionato, senza mordente.



La regia è pessima, con stacchi al momento sbagliato e tagli senza molto senso. La trama completamente frammentata, composta unicamente da sketch è ridicola. La recitazione poi(come pretendere pero recitazione da un film composto unicamente da non attori e da Anna Falchi?Anche io pretendo forse troppo) è a livelli infimi per non essere troppo cattivi; ogni personaggio sembra legga il gobbo da quanto recita male! Gli effetti speciali degli stadi sono ridicoli, si vede lontano un miglio che sono finti nemmeno la grafica siamo riusciti a curare?

Lino Banfi malgrado un po’ di verve e di buona volontà affonda con tutti gli altri e non riesce salvo qualche battuta a non far abissare la barca. A sua discolpa c’è da dire che una barca con Milo del Grande Fratello partiva con un buco enorme, peggio di quello del Titanic…
La comparsa di Aristoteles con i capelli bianchi non può che dare il colpo finale, quello del K.O., ai fan dell'originale...

Lino, ho amato cosi tanto il tuo Allenatore nel Pallone, che malgrado questo vergognoso seguito, la tua Bizona, il tuo 5-5-5, Aristoteles, la Longobarda, Speroni, Crisantemi, Sella Cavallo, Zico, Platini, Mira Canà e tutte le altre scene cult rimarranno per me mitiche e senza tempo.

Pero Lino, che seguito che hai fatto mamma mia…Perchè, perchè, perchè?

Di Stima.

A noi piace ricordarti cosi:




1 commento:

xero ha detto...

ahahahha pero Neil che film che vai a vedere!

in confronto agli altri recensiti questo non c'entra proprio niente!

il prima è un film cult pero il secondo mi guardero per bene nel non andarci:)