LA PUBBLICITA' CI FA INSEGUIRE LE AUTO E I VESTITI, FARE LAVORI CHE ODIAMO PER COMPRARE CAZZATE CHE NON CI SERVONO.
(Tyler Durden)

Citazione del mese:

"Ci trattavano come delle stelle del Cinema, ma eravamo più potenti, eravamo tutto. Le nostre mogli, le madri, i figli campavano bene con noi. Io avevo dei sacchetti pieni di gioielli nella credenza in cucina, avevo una zuccheriera piena di cocaina sul comodino accanto al letto. Mi bastava una telefonata per avere tutto quello che volevo: macchine gratis, le chiavi di una dozzina di appartamentini in città. Scommettevo 30 mila dollari ai cavalli di domenica, e sperperavo le vincite la settimana dopo oppure ricorrevo agli strozzini per pagare gli alibratori. Non aveva importanza, non succedeva niente quando eri in bolletta andavo a rubare un altro po' di grana, noi gestivamo tutto; pagavamo gli sbirri, pagavamo gli avvocati, pagavamo i giudici stavano sempre con la mano tesa, le cose appartenevano a chi se le prendeva. E adesso è tutto finito. È questa la parte più dura, oggi è tutto diverso. Non ci si diverte più, io devo fare la fila come tutti gli altri e si mangia anche di schifo. Appena arrivato ordinai un piatto di spaghetti alla marinara e mi portarono le fetuccine col Ketchup. Sono diventato una normale nullità. Vivrò tutta la vita come uno stronzo qualsiasi."

("Quei bravi ragazzi")

sabato 15 marzo 2008

Il Video della Settimana

Il Video della Settimana, è un video corto ma di straordinario effetto. E' una delle scene più belle e geniali della storia del Cinema. Tratto da La Febbre dell'Oro di Charlie Chaplin(1925), è la scena famosissima del ballo dei panini. In realtà tutto il film è geniale, come non ricordare per esempio la scena dello scarpone, ma ho deciso di mettere questa dei panini perchè seocndo me è la migliore di tutte.

Copio incolla da Wikipedia:

"Indimenticabile rimane la scena del ballo con i panini, per la verità presa a prestito da un film del 1917 di Fatty che fu il primo a presentarla in pubblico. Chaplin però riuscì a caricarla di genialità e poesia con l’effetto che, durante la proiezione, alcune platee di spettatori richiesero per acclamazione la ripetizione della scena, con conseguente interruzione della proiezione per permettere il riavvolgimento della pellicola e la riproiezione. "

Buona Visione.

2 commenti:

xero ha detto...

grandi ragazzi è spettacolare!è piaciuto a tutti!

ho provato a rifarlo in ufficio con le gomme che abbiamo ma non ci sono riuscito^^

del resto charlie era unico!^^

mathilda ha detto...

checcarino charlieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

ihihihi troppo bello.....
oltre a gicare con i panini che cmq non è affatto facile a me fa impazzire più che altro per la sua mimica faciale, che è sempre azzeccatissima, e si bbina perfettamente con i moviment dei "piedi"...
charlie è charlie..come si fa a vederlo senza sorridere acc!!!