LA PUBBLICITA' CI FA INSEGUIRE LE AUTO E I VESTITI, FARE LAVORI CHE ODIAMO PER COMPRARE CAZZATE CHE NON CI SERVONO.
(Tyler Durden)

Citazione del mese:

"Ci trattavano come delle stelle del Cinema, ma eravamo più potenti, eravamo tutto. Le nostre mogli, le madri, i figli campavano bene con noi. Io avevo dei sacchetti pieni di gioielli nella credenza in cucina, avevo una zuccheriera piena di cocaina sul comodino accanto al letto. Mi bastava una telefonata per avere tutto quello che volevo: macchine gratis, le chiavi di una dozzina di appartamentini in città. Scommettevo 30 mila dollari ai cavalli di domenica, e sperperavo le vincite la settimana dopo oppure ricorrevo agli strozzini per pagare gli alibratori. Non aveva importanza, non succedeva niente quando eri in bolletta andavo a rubare un altro po' di grana, noi gestivamo tutto; pagavamo gli sbirri, pagavamo gli avvocati, pagavamo i giudici stavano sempre con la mano tesa, le cose appartenevano a chi se le prendeva. E adesso è tutto finito. È questa la parte più dura, oggi è tutto diverso. Non ci si diverte più, io devo fare la fila come tutti gli altri e si mangia anche di schifo. Appena arrivato ordinai un piatto di spaghetti alla marinara e mi portarono le fetuccine col Ketchup. Sono diventato una normale nullità. Vivrò tutta la vita come uno stronzo qualsiasi."

("Quei bravi ragazzi")

giovedì 28 febbraio 2008

La Parola ai Giurati (Movie # 22)


Titolo originale: 12 Angry Men.
Produzione: USA.
Anno: 1957.
Regia: Sidney Lumet.
Interpreti: Henry Fonda, Lee Cobb, Ed Begley, E. G. Marshall, Jack Warden.
Durata: 92' circa.

Esordio di Lumet col botto, questo 12 Angry Men (12 uomini arrabbiati e non come tradotto in italiano La Parola ai giurati) è un capolavoro assoluto. E' tutto cosi semplice ed entusiasmante: 92 minuti in cui l’azione si svolge sempre nella stessa stanza dove 12 giurati devono decidere all'unanimità l'innocenza o la colpevolezza di un imputato. Se sarà ritenuto colpevole, sarà condannato a morte tramite sedia elettrica. 11 votano inizialmente colpevole, ognuno per vari ragioni: pregiudizi, razzismo, senso di potere, voglia di sfogarsi o di tornare a casa...Tutti tranne uno: il deputato numero 9, Henry Fonda che non è convinto dell'innocenza dell'imputato ma nemmeno del contrario, si avvale unicamente della facoltà di dubitare. Comincia a rivedere il caso discutendone con gli altri undici giurati...Il resto lo lascio scoprire a voi lettori senza guastarvi il film, io vorrei parlarvi d'altro.


La parola chiave del film è secondo me: "Nessuno è colpevole fino a prova certa." Infatti a Lumet non interessa dimostrare se l'imputato è colpevole o innocente. Il messaggio che Lumet tenta di portare allo schermo(e ci riesce in maniera perfetta) è ben altro. E' una denuncia contro le ingiustizie, la pena di morte, il razzismo, i pregiudizi facili, la spocchia di una certa classe sociale e il suo ribrezzo verso quella popolare. Lumet riesce in maniera sublime a far capire allo spettatore come davvero per un niente si può mandare una persona a morte con tranquillità. Ogni personaggio rappresenta qualcosa o qualcuno, assume una simbologia ben precisa, senza pero mai perdere la veridicità del personaggio stesso. Infatti i 12 giurati, sebbene molto diversi tra loro sono molto realistici con le loro ansie, paure e visioni del mondo. Ognuno con delle proprie esperienze alle spalle, ognuno convinto di aver ragione senza magari motivazioni profonde dietro. E' un film che si basa tutto sulla psicologia e analizza la mentalità di ogni giurato. E’ un autopsia del pensiero umano. Poche volte ho assistito a dei dialoghi cosi avvincenti, profondi e realistici!


Claustrofobico, con un atmosfera volutamente pesante e soffocante, il film è meravigliosamente diretto. Non ci sono tempi morti, scorre via molto bene e riesce subito a far presa sullo spettatore. Senza testimoni, senza prove, senza i principali accusati, senza musiche, senza effetti speciali, il film è l'ennesima prova che se si ha una sceneggiatura solida anche con pochi soldi si può realizzare un film bellissimo! Ci sarebbe da ricordarglielo a certi registi attuali che poggiano il loro film unicamente su effetti speciali!


I 12 attori sono eccezionali, il film si basa su di loro e ognuno si cala alla perfezione nel proprio personaggio rendendo al massimo. Menzione particolare per Fonda col suo vestito bianco(semplicemente 1 caso, colore della giustizia?) che si erge a difensore della giustizia e della libertà del dubbio.

Vederlo 50 anni dopo dalla sua uscita non cambia nulla: il film infatti non ha preso alcuna ruga. Anzi , rimane d'attualità piu che mai, e questo è un altro dei tanti pregi del film. Perché la giustizia fa sempre discutere.



Uno dei più bei film che abbia mai visto. Che dire ancora…Che aspettate a noleggiarlo o a rimediarlo? E alla svelta anche!

Tra il  e il


10 commenti:

zed ha detto...

uno dei film + belli del mondo.

http://us.imdb.com/title/tt0050083/ del resto guardate che voto gli da IMDB.

ottima recensione anche se secondo me Lumet nel film oltre ad ergersi come difensore della giustizia, critica in maniera palese il sistema giudiziario americano non credi?

xero ha detto...

è 1 dei miei film preferiti ragazzi!

non ho mai visto 1 introspezione di personaggi cosi ben fatta come in questo film!

non l'ho proprio ritrovata in nessun altro film tranne eccezioni!

matilda e skripach lo conoscete? ve lo consiglio davvero apertamente!

recensione molto ben fatta io avrei detto le stesse cose!

riguardo alla tua domanda zed anche secondo me c'è 1 forte critica sul sistema giudiziario americano perchè pensandoci bene per motivi futili e pregiudizi vogliono mandare a morte l'imputato!

ori ha detto...

la pellicola giudiziaria del secolo senza ombra di dubbio!

mathilda ha detto...

lo devo vedere xero....cel'ho accanto al letto in attesa di un vuoto nel mio programma di visione cinematografica...appena l'ho visto ti faccio sapere!!

xero ha detto...

essi matilda vedrai che non ne rimarraid delusa!

Neil McCauley ha detto...

grazie per i complimenti per la recensione ragazzi !

è davvero 1 gran film e sono curioso sapere che ne pensa Matilda!

e spero che anche Skripach lo recuperi cosi ci fa sentire la sua opinione!

mathilda ha detto...

dunque dunque..ieri notte sono riuscita ba vedere il film nonostante il sonno mi si portasse via..sono stata completamente rapita dal film...

diciamo che non mi aspettavo affatto una cosa del genere, nonostante neil mi avesse accennato due parole proprio....

dunque l'idea di non far uscire la telecamera da quell'edificio mi ha molto fatto pensare alle iene, e devo ammettere che apprezzo molto la capacità di far un gran bel film senza doversi spostare..ciò dimostra che non serve per forza che ci siano voli da un grattacielo ad un altro..tizie che ballano nude o quasi...duelli apocalittici tra bene e male, insomma un gruppo di persone che dialogoano piu o meno civilmente al'interno di na stanza sono più che sufficenti per avere l'attenzione di chi guarda per un'ora e mezza!!

colonna sonora...non c'è.... effetti speciali, ancora di meno...

gli attori sono bravissimi, il tizio che deve andare alla partita e vuole andarsene prima possibile è quello che mi è piaciuto di piu perche rappresenta perfettamente il cittadino medio...

anche quell'altro che cambia idea 72 volte però è da ammirare per la sua scostanza senza minimamente chiedersi, ma perche non riesco a prendere una posizione??
...insomma non è da tutti riuscire a cambiare parere sull'innocenza o colpevolezza di una persona nel giro di 5 minuti senza la minima difficoltà!!

io mi sento una voltafaccia quando decido di non mangiare una fetta di ciambellone e poi appena melo trovo sotto le mani ne arraffo subito una fettina.....bisogna avere qualche dote particolare per essere cosi freddamente indifferenti!

gli altri...mi ha fatto molto ride il vecchio che manco ce la faceva a respira che stava per morire....

e quanto strillava il tizsio che era convinto della colpevolezza....manco co un megafono io avrei strillato cosi forte!!!

tutto sommato il film mi ha tenuto incollata alla sedie fino all'una e un quarto nonostante la sveglia alle 6........direi che mi è piaciuto!!

xero ha detto...

visto matilda che ti abbiamo consigliato bene?

è fantastico come film anche a me ha preso molto quando l'ho visto!

visto che bella critica al sistema giudiziario americano?

xero ha detto...

i personaggi sono fantastici quello col cappello che voleva andare a vedere la partita era troppo divertente ma è anche scioccante come preferisca mandare a morte 1 persona piuttosto che perdersi 5 minuti di 1 partita!

vero ragazzi?

secondo voi è 1 critica al sistema giudiziario americano?anche perchè come dice Neil Lumet non dimostra se è innocente o no giusto?

visto che bravi gli attori Matilda ma sopratutto Fonda?

a me è piaciuto molto perchè lo trovo anche una bella denuncia contro tutti i pregiudizi il messaggio di Lumet è molto forte non credi?

mathilda ha detto...

alora si devo dire che per una volta in vita sua neil ha azzeccato un film da propormi...ihihihihih^^

no devo dire che mi è piacito molto, mi ha tenuto incollata al letto (ero seduta sul letto) per tutto il tempo!!

un mito si il tizio che voleva anda a vede la partita...cioè me faceva ride con le sue battute (che obiettivamente erano davvero carine),ma se ci pensi...ao questo diceva proprio, annamosene che c'ho da fa..sto ragazzo? vabbe ma tutti dicono che è colpevole, sara cosi no? annamo annamo!!..
pazzesco!

gli altri mah...mi hanno lasciato un po interdetta...mi sono sembrati un po tutti troppo volubili...
secondo te è verosimile una cosa del genere xero??