LA PUBBLICITA' CI FA INSEGUIRE LE AUTO E I VESTITI, FARE LAVORI CHE ODIAMO PER COMPRARE CAZZATE CHE NON CI SERVONO.
(Tyler Durden)

Citazione del mese:

"Ci trattavano come delle stelle del Cinema, ma eravamo più potenti, eravamo tutto. Le nostre mogli, le madri, i figli campavano bene con noi. Io avevo dei sacchetti pieni di gioielli nella credenza in cucina, avevo una zuccheriera piena di cocaina sul comodino accanto al letto. Mi bastava una telefonata per avere tutto quello che volevo: macchine gratis, le chiavi di una dozzina di appartamentini in città. Scommettevo 30 mila dollari ai cavalli di domenica, e sperperavo le vincite la settimana dopo oppure ricorrevo agli strozzini per pagare gli alibratori. Non aveva importanza, non succedeva niente quando eri in bolletta andavo a rubare un altro po' di grana, noi gestivamo tutto; pagavamo gli sbirri, pagavamo gli avvocati, pagavamo i giudici stavano sempre con la mano tesa, le cose appartenevano a chi se le prendeva. E adesso è tutto finito. È questa la parte più dura, oggi è tutto diverso. Non ci si diverte più, io devo fare la fila come tutti gli altri e si mangia anche di schifo. Appena arrivato ordinai un piatto di spaghetti alla marinara e mi portarono le fetuccine col Ketchup. Sono diventato una normale nullità. Vivrò tutta la vita come uno stronzo qualsiasi."

("Quei bravi ragazzi")

lunedì 24 novembre 2008

PERSONAGGIO # 65: PRINCESS LEIA.


Nome: Princess Leila.

Interpretato da: Carrie Fisher.

Film in cui è apparsa: Star Wars Episode IV – A New Hope (1977)

Star Wars Episode V – The Empire Strikes Back (1980)

Star Wars Episode VI – Return of The Jedi (1983)


Citazione più rappresentativa: “Aiutami Obi Wan Kenobi. Sei la mia unica speranza.”

Scena più rappresentativa: Quando tenta di ingelosire Han solo baciando Luke Skywalker che è suo fratello!


Box Office(USA): Star Wars Episode IV – A New Hope (1977) 215,5 M$.

Star Wars Episode V – The Empire Strikes Back (1980) 145,9 M$.

Star Wars Episode VI – Return of The Jedi (1983) 263,7 M&.

Awards: Nessuno.

Probabilmente la principessa più famosa della storia del Cinema! Incredibile come l’attrice, Carrie Fisher non abbia sfondato nel mondo del cinema dopo questo film vero? E’ rimasta intrappolata nel suo personaggio, è il bello e al tempo stesso il brutto di quando si trova il successo con un personaggio: non si riesce più a staccarsi da lui e il pubblico oramai ti identifica a lui dimenticando il tuo nome, fermandoti per strada magari chiamandoti Principessa Leila. Stessa cosa successe se ci pensate al povero Skywalker, chi lo ricorda in altri film?

(Le prossime righe sono tratte per la maggiorparte da Wikipedia)

La saga di Guerre Stellari fu un successo mondiale che la rese famosa in tutto il mondo. La Principessa Leila negli Stati uniti divenne un trionfo del merchandising; c'erano (e ci sono tutt'ora, tra i collezionisti, anche in Italia) bamboline di plastica (altrimenti dette action figures) diffusissime nei negozi di giocattoli. La Fisher ha spesso scherzato sul fatto che è stata la Principessa Leila e non lei a divenire famosa, che il caso aveva fatto somigliare a Carrie. La carriera della Fisher si interrompe praticamente qui, per problemi di droga e di alcool non riesce più a girare una scena, rischiando la morte per overdose a 28 anni.

Leila fu generata, insieme al gemello Luke Skywalker, dall'unione fra la senatrice di Naboo Padmé Naberrie Amidala (morta subito dopo il parto) e il Jedi Anakin Skywalker (diventato Lord Dart Fener). Subito dopo la nascita sul pianeta di Polis Massa, i gemelli furono separati per ordine di Yoda: mentre Luke fu affidato alla famiglia Skywalker su Tatooine, Leila fu adottata e cresciuta su Alderaan dal senatore, principe Bail Organa e sua moglie, la regina Breha Organa. Crescendo in mezzo ai politici, ebbe accesso ad un seggio nel Senato Galattico, dove giocò un ruolo segreto per l'Alleanza Ribelle. Leila è anche la sola Skywalker ad avere ricordi della sua "vera" madre, attraverso i ricordi di alcune semplici immagini. George Lucas disse che voleva che uno dei gemelli si ricordasse della madre, e che, visto che Luke sapeva che Dart Fener era suo padre, pensò che fosse più logico associare a Leila il ricordo infantile della genitrice.

Fu interpretata inizialmente dall'attrice Carrie Fisher nel quarto, quinto, e sesto episodio, così come nello speciale The Star Wars Holiday Special. La versione di Leila in fasce fu invece di Aiden Barton nel terzo episodio. Ann Sachs fornì la voce di Leila nel dramma radiofonico degli anni ottanta tratto dalla Trilogia Originale.

Personaggio forte, eroina pura e cristallina che non suscita tenerezza malgrado la sua condizione molto precaria all’inizio della trilogia visto il suo coraggio e la sua determinatezza.

  • Nel giugno 2005 la Principessa Märtha Louise di Norvegia ammise in un'intervista che il primo nome della figlia più giovane Leah Isadora Behn — quinta in successione al trono norvegese — fu ispirato dalla principessa Leila.
  • La strana acconciatura di Leila fu chiamata "acconciatura a ciambella" da molti fan della saga. Miss Piggy, personaggio dei Muppet, una volta copiò l'acconciatura usando una ciambella in un famoso episodio del Muppet Show dedicato a "Guerre Stellari" (Carrie Fisher odiava quella pettinatura, ma non osò discuterne con George Lucas, dato che temeva di poter essere licenziata).
  • Le scene da schiava sono state votate tra le più memorabili nella storia del cinema dalla rivista Empire, e (insieme ad alcune scene di nudo parziale nelle prime pellicole horror dell'attrice) hanno trasformato Carrie Fisher in un'icona dell'immaginario erotico giovanile degli anni ottanta.
  • Il personaggio di Leila Organa è stato riprodotto su una infinità di prodotti di merchandising. Carrie Fisher in proposito ha detto Ho dato in concessione il mio aspetto. Ogni volta che mi guardo allo specchio, devo dare un paio di dollari a George Lucas.
  • Nel film parodia Balle Spaziali, il ruolo di Leila fu coperto da un personaggio chiamato Princess Bunhead in omaggio ai capelli (nella versione italiana il nome venne tradotto Principessa Vespa), interpretato da Daphne Zuniga.
  • Il bikini dorato fu usato in un episodio di Justice League Unlimited da una ragazza (Green Lantern) come omaggio al personaggio.
  • Il gruppo rock Blink 182 ha dedicato al personaggio della principessa Leia una canzone intitolata A New Hope, il titolo inglese del primo film della saga.

Nella trilogia originale, la Principessa è il personaggio più preciso nell'uso del blaster colpendo più nemici di chiunque altro.

Nel primo montaggio del film distribuito nelle sale, Mark Hamill (Luke Skywalker) in una scena (il rientro alla base dopo la distruzione della Morte Nera) per errore si rivolge alla principessa col nome di Carrie!. La produzione ha sempre negato il fatto: secondo la "versione ufficiale", Hamill esclama "Hey". Nonostante ciò, la parola "Carrie" è desumibile dalla lettura delle labbra.

Molte delle scene in cui Leila compare con altri personaggi sono girate con Carrie Fisher costretta a stare in piedi su una scatola, per camuffare la differenza di altezza tra lei e Harrison Ford: quasi trenta centimetri.

In molte scene a figura intera, Leila non porta alcun abbigliamento intimo sotto gli abiti di scena: l'unico "aiuto" concessole fu del nastro adesivo. Questo perché Lucas insisteva sul fatto che nello spazio non si usa biancheria intima.

Il colore preferito da Leila è il bianco, stando alle dichiarazioni alla stampa durante il lancio della prima trilogia.

Il personaggio di Leia è stato concepito ispirandosi alle fiabe tradizionali europee, e al film giapponese La fortezza nascosta (Kakushi toride no san akunin) di Akira Kurosawa: il personaggio del principe, protagonista del film giapponese, è stato suddiviso nei ruoli di Leia e Luke.

Nelle primissime stesure degli artwork, la protagonista del film avrebbe dovuto essere Leia. Luke venne aggiunto in un secondo momento.

Per il ruolo della principessa vennero valutate le attrici Terri Lynn e Cindy Williams: Jodie Foster venne selezionata come "riserva" per la Fisher.

Leila, come anche Obi-Wan Kenobi, Dart Fener, C3PO, Ian Solo e Luke Skywalker, pronuncia almeno una volta nella trilogia originale la frase I have a bad feeling about this ("Ho un brutto presentimento")

Per un errore di montaggio, nell'ologramma della principessa proiettato da C1-P8 una ripetizione della richiesta di aiuto è diversa dalle altre.

2 commenti:

xero ha detto...

che personaggio ragazzi! ci pensavo anche io tempo fa questa attrice dopo questo enorme successo non ha fatto piu film davvero singolare come cosa non credete? penso che la spiegazione di neil quela di rimanere intrappolata nel proprio personaggio sia esaustiva! voi ne vedete altre?

a me non dispiaceva sicuramente non era bella ma molto brava!

la trilogia di guerre stellari è la miglior trilogia di tutti tempi secondo me senza dubbio alcuno!

chubecca somiglia un po alla campbell che ne dite? ahahahahhahah

locke tu la conosci? spero di si!

Locke ha detto...

si Xero la conosco e sono d accordo con ciò che ha detto neil sull attrice e rimasta intrappolata nel ruolo!!!!!!
Peccato dal film sembrava brava!!!!
Come trilogia si Guerre stellari e molto valida!!!!!