LA PUBBLICITA' CI FA INSEGUIRE LE AUTO E I VESTITI, FARE LAVORI CHE ODIAMO PER COMPRARE CAZZATE CHE NON CI SERVONO.
(Tyler Durden)

Citazione del mese:

"Ci trattavano come delle stelle del Cinema, ma eravamo più potenti, eravamo tutto. Le nostre mogli, le madri, i figli campavano bene con noi. Io avevo dei sacchetti pieni di gioielli nella credenza in cucina, avevo una zuccheriera piena di cocaina sul comodino accanto al letto. Mi bastava una telefonata per avere tutto quello che volevo: macchine gratis, le chiavi di una dozzina di appartamentini in città. Scommettevo 30 mila dollari ai cavalli di domenica, e sperperavo le vincite la settimana dopo oppure ricorrevo agli strozzini per pagare gli alibratori. Non aveva importanza, non succedeva niente quando eri in bolletta andavo a rubare un altro po' di grana, noi gestivamo tutto; pagavamo gli sbirri, pagavamo gli avvocati, pagavamo i giudici stavano sempre con la mano tesa, le cose appartenevano a chi se le prendeva. E adesso è tutto finito. È questa la parte più dura, oggi è tutto diverso. Non ci si diverte più, io devo fare la fila come tutti gli altri e si mangia anche di schifo. Appena arrivato ordinai un piatto di spaghetti alla marinara e mi portarono le fetuccine col Ketchup. Sono diventato una normale nullità. Vivrò tutta la vita come uno stronzo qualsiasi."

("Quei bravi ragazzi")

mercoledì 10 dicembre 2008

PERSONAGGIO # 62: REGAN TERESA MACNEIL.

Riprende la rubrica tanto amata dai lettori, mi scuso per la pausa. Pronti a ricominciare? Spero di si perchè il prossimo personaggio non è un personaggio tranquillo!


Nome: Regan Teresa Macneil.

Interpretata da: Linda Blair.

Film in cui è apparsa: L’Esorcista(1973)

Citazione più rappresentativa: “Karras: "Ti piacerebbe un esorcismo?"
Regan: "Enormemente..."”

Scena più rappresentativa: La scena in cui Regan ruota la testa di 360 gradi.

Box Office(USA): 193 M$.

Awards: Nessuno.

Chi non conosce questa bambina completamente indemoniata, impertinente, volgare e cattiva? Simbolo dei film d’horror, personaggio principale di un film che ha fatto storia: L'esorcista (The Exorcist) del 1973, diretto da William Friedkin e tratto dall’omonimo romanzo di William Peter Blatty. Film cult, basti vedere gli incassi!

Fu proposto a Francis Ford Coppola e a Stanley Kubrik,entrambi hanno rifiutato la regia per i temi trattati dal film. Inoltre per interpretare la parte di Damien Karras sono stati chiamati Jack Nicholson e Robert De Niro,anche loro hanno rifiutato la partecipazione al film.

Tratto da Wikipedia, molto interessante leggete!

La Warner Bros. sottopone il copione a diversi registi, ma Blatty vuole a tutti costi William Friedkin. La produzione si convince solo quando, nel 1972, il regista vince l’Oscar per Il braccio violento della legge.
Nella versione integrale vengono aggiunte alcune scene:
• un prolungamento dell’incipit iracheno
• la scena della “camminata a ragno” di Regan lungo le scale
• un finale in cui Padre Dyer e il tenente Kinderman si incontrano davanti a casa di Chris e vanno poi a mangiare insieme: questa scena è una citazione del finale del film Casablanca.
Nella prima scena del film, insieme all’effigie del demone viene rinvenuta una medaglietta con l’immagine di San Giuseppe: questo particolare non esiste nel libro, ma è stato aggiunto da Friedkin. Va considerata un elemento prettamente simbolico, per due motivi:
• è improbabile che l’effigie di un santo venga rinvenuta in un luogo risalente all’epoca precristiana;
• dopo la scena dello scavo, la medaglietta compare al collo della madre di Damien Karras.
La maniacale cura dei dettagli di William Friedkin divenne proverbiale:
• fece raffreddare il set per poter far vedere l'alone del fiato che usciva dalla bocca degli attori durante le scene dell'esorcismo;
• dopo 15 ciak falliti, schiaffeggiò violentemente Padre O’Malley per rendere realistico il suo dolore mentre amministra l’estrema unzione a Padre Karras;
• sparava alle spalle dei suoi attori quando voleva da loro una reazione di spavento improvviso;
• non avvertì Jason Miller della zuppa di piselli che stava per essergli vomitata addosso da Eileen Dietz (controfigura di Linda Blair), in modo che la sua reazione di disgusto fosse naturale;
• provocò una brutta caduta ad Ellen Burstyn, strappata via troppo violentemente dalle cinghie della scena in cui è lanciata lontano dalla figlia posseduta, che le procurò una lesione permanente alla colonna vertebrale;
• costrinse Mercedes McCambridge, per rendere più "demoniaca" possibile la sua voce, a fumare tre pacchetti di sigarette al giorno, bere quotidianamente whisky e a mangiare solo uova crude e mele acerbe;
• i rumori emessi da Regan appartengono alla voce della McCambridge unita al rumore di uno sciame di api infuriate rinchiuse in un barattolo, alle grida di maiali portati in un mattatoio e alle urla di un ragazzo sottoposto a esorcismo.



Gli interpreti:

Durante la stesura del romanzo, Blatty si ispira a Shirley MacLaine e a sua figlia Sachi per i personaggi di Chris e Regan, ma le donne rifiutano di interpretarne i ruoli.
L’autore si ispira anche al regista Jack L. Thompson per il personaggio di Burke Dennings, e anche in questo caso l’uomo rifiuta la parte, che viene affidata all’attore irlandese Jack MacGowran.

Per il ruolo di Chris MacNeil vengono contattate diverse attrici:
• Anne Bancroft che, malgrado sia interessata, è costretta a rifiutare perché ai primi mesi di gravidanza;
• Audrey Hepburn che, trasferitasi a Roma dopo il matrimonio con un italiano, fa sapere che intende accettare il ruolo solo se il film viene ambientato in Italia;
• Jane Fonda, che rifiuta perché non approva i temi del film.
Alla fine per il ruolo si auto-propone l’attrice Ellen Burstyn.

Per il ruolo di Damien Karras si auto-propone Jack Nicholson, che aveva appena girato un film con la Burstyn, ma Friedkin affida il ruolo al commediografo Jason Miller, che come il suo personaggio ha studiato presso i Gesuiti.

Per il ruolo di padre Merrin si era pensato inizialmente a Marlon Brando o a Paul Newman, ma alla fine la parte venne data a Max von Sydow. L’attore deve superare due limiti personali per entrare nella parte: il primo è il suo convinto ateismo, il secondo è la sua età, in quanto è molto più giovane di quanto si suppone sia Padre Merrin.

All’epoca Linda Blair era già una ragazzina prodigio. Scelta fra oltre 600 candidate, fu marcata per sempre dal personaggio che interpretò appena quattordicenne. Fu anche protagonista del film-parodia Riposseduta.


I personaggi di Padre Dyer (il sacerdote amico di Damien e Chris) e Padre Bermingham (il rettore dell’Università) sono interpretati da due veri sacerdoti. I medici che curano Regan sono interpretati da veri medici; tra essi, in un cameo, è presente anche la madre di Linda Blair, che interpreta un’infermiera.

William Peter Blatty compare in un cameo nel ruolo del produttore di Crash course, il film che Chris sta girando a Georgetown.

Per il ruolo di Reagan fu scelta inizialmente[Dana Plato](la Kimberley del telefilm Il mio amico Arnold), ma i suoi genitori adottivi non le diedero il permesso.


Differenze tra versione italiana e americana:

Il colloquio tra il tenente Kinderman e Padre Karras è ricco di citazioni cinematografiche. Inizialmente Kinderman paragona il sacerdote a John Garfield, ma al termine del colloquio gli dice in tono sarcastico che somiglia a Woody Allen: nella versione americana l’attore nominato è in realtà Sal Mineo.

Lo spirito con cui Regan comunica tramite la tavola Ouija, chiamato Capitan Gaio nella versione italiana, si chiama in realtà Capitan Howdy (Howard è il nome del padre di Regan).

Uno dei giocattoli preferiti di Regan è un pupazzo che ha la forma di uccello ed assomiglia (anche se molto più "castamente") alla statua del demone assiro Pazuzu; inoltre, in una scena padre Karras sfoglia alcuni disegni fatti da lei, ed uno di essi raffigura un cane alato (Pazuzu è raffigurato alato e col volto di cane).



Incidenti sul set:

Gli incidenti sul set del film furono tali che Friedkin chiese a Padre O'Malley di fare un esorcismo per liberare il set da eventuali influenze del maligno:
• Dopo due giorni di riprese, un misterioso corto circuito provocò un incendio che distrusse buona parte del set.
• La morte di nove persone tutte legate al film, tra cui il fratello di Max Von Sydow, la nonna di Linda Blair, il figlio appena nato di un tecnico e l'addetto alla refrigerazione del set.
• La morte dell'attore Jack MacGowran, il cui personaggio muore anch'esso nel film.
• Il figlio di Jason Miller, Jordan, ebbe un incidente di moto mentre faceva visita al padre sul set.
• Ellen Burstyn si slogò il collo e si ruppe alcune vertebre della schiena.
• La strana sparizione della gigantesca statua del demone assiro Pazuzu che, spedita in Iraq per le riprese del prologo, finì per qualche oscuro motivo a Hong Kong, dove fu fortunatamente recuperata all'ultimo momento.

I momenti "migliori" del film:



4 commenti:

xero ha detto...

questo personaggio mi ha sempre fatto una gran paura ragazzi!

sarà l'atmosfera che si respira in tutto il film o alcune scene ma è stata dura per me vederlo tutto quanto!

sono d'accordo pero sul fatto della posizione merita sicuramente di stare nella top 100 è un personaggio troppo cult anche se inquietante!

so che ci sono stati dei seguiti ma non ho avuto la forza per vederli^^ voi li avete visti? che ne pensate di questo film? secondo me è uno dei piu bei film d'horror, uno dei pochi che è riuscito a spaventarmi!

Locke ha detto...

D accordissimo con Xero questo film e senza dubbio il miglior horror che ho visto e pensare che i vari saw ecc ecc di adesso mi fanno quasi ridere!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
La parte della ragazza è veramente terribile. A me fa tremare la discesa delle scale all incontrario mi spaventa ogni volta che la vedo!!!!!
Ah quasi dimenticavo la colonna sonora aiuta moltissimo a mettere ansia.
Forse come posizione per la fama del film e un pò alta credevo fosse più su

xero ha detto...

locke hai letto le curiosità quanto sono carine? quella della zuppa di piselli mi ha fatto morire anche quella che sparava alle spalle degli attori ahahahahahah leggetele sono bellissime ragazzi!

hai ragione quando dici la scena della discesa delle scale infatti era stata censurata sta solo nella versione integrale!

forse solo non aprite quella porta mi ha fatto piu paura!

Locke ha detto...

Si le curiosità sono molto carine son belli da leggere anche i vari "incidenti" occorsi sul set ....