LA PUBBLICITA' CI FA INSEGUIRE LE AUTO E I VESTITI, FARE LAVORI CHE ODIAMO PER COMPRARE CAZZATE CHE NON CI SERVONO.
(Tyler Durden)

Citazione del mese:

"Ci trattavano come delle stelle del Cinema, ma eravamo più potenti, eravamo tutto. Le nostre mogli, le madri, i figli campavano bene con noi. Io avevo dei sacchetti pieni di gioielli nella credenza in cucina, avevo una zuccheriera piena di cocaina sul comodino accanto al letto. Mi bastava una telefonata per avere tutto quello che volevo: macchine gratis, le chiavi di una dozzina di appartamentini in città. Scommettevo 30 mila dollari ai cavalli di domenica, e sperperavo le vincite la settimana dopo oppure ricorrevo agli strozzini per pagare gli alibratori. Non aveva importanza, non succedeva niente quando eri in bolletta andavo a rubare un altro po' di grana, noi gestivamo tutto; pagavamo gli sbirri, pagavamo gli avvocati, pagavamo i giudici stavano sempre con la mano tesa, le cose appartenevano a chi se le prendeva. E adesso è tutto finito. È questa la parte più dura, oggi è tutto diverso. Non ci si diverte più, io devo fare la fila come tutti gli altri e si mangia anche di schifo. Appena arrivato ordinai un piatto di spaghetti alla marinara e mi portarono le fetuccine col Ketchup. Sono diventato una normale nullità. Vivrò tutta la vita come uno stronzo qualsiasi."

("Quei bravi ragazzi")

domenica 7 dicembre 2008

TITANIC (Movie #42)

[Continene SPOILER]


























Un film a mio avviso bellissimo che ha vinto nel ’98 ben 11 premi oscar (miglior film, miglior regia, miglior scenografia, migliori costumi, migliori effetti sonori, migliori effetti speciali, miglior suono, miglior canzone, migliore colonna sonora, miglior montaggio, miglior fotografia).

Il film narra la storia dell’affondamento del Titanic e durante la tragedia anche la storia d’amore nata tra Jack (Leonardo Di Caprio) e Rose (Kate Winslet), lui un ragazzo povero che vive ogni giorno come gli capita senza sapere cosa gli riserva il futuro e che vince i biglietti del Titanic ad una mano fortunata a Pocker, lei una ragazza ricca, fidanzata che deve sposarsi ed è come tenuta in trappola dalla famiglia, lei però grazie a Jack riesce a trasformarsi, questa sua trasformazione è anche stata sottolineata dal fermaglio che indossa spesso a forma di farfalla; questa figura è anche legata al pezzo finale quando Rose si trova sulla Carpathia e gli viene chiesto il suo nome, lei senza esitare risponde: “Dawson, Rose Dawson”: come un bruco cambia la sua vita diventando una farfalla perché non può farlo anche lei?

Questo fermaglio è uno degli oggetti che i ricercatori hanno ritrovato nel relitto durante le varie spedizioni per cercare il Cuore dell’Oceano, il diamante che Cal regalò a Rose; oltre al fermaglio i ricercatori hanno ritrovato anche il dipinto che Jack fece a Rose, completamente nuda con addosso solo questo gioiello e proprio grazie a questo ritrovamento che il film è potuto esistere in quanto il viaggio del Titanic ci è raccontato da Rose, ormai centenaria, che ha sentito parlare alla Televisione di questo ritrovamento. Bella è la scena che quando Cal trova il ritratto nella cassaforte per istinto lo stropiccia e quasi lo strappa, appunto si sottolinea il fatto che se l’avrebbe fatto il film non sarebbe esistito.
Una curiosità sul ritratto: esso è stato realizzato dal regista, poiché Di Caprio non ne era capace; e visto che il regista era mancino, viene ripreso dallo specchio mentre lo esegue. Per disegnare Rose, il regista la fa posare Kate in costume da bagno, perché non ha tanta confidenza da farla posare nuda.

Jack si era accorto subito di Rose ed era stato catturato dalla sua bellezza una volta che si era affacciata al ponte, lei si era accorta che lui la stava guardando attratto ma non da importanza alla cosa, il loro vero incontro accade quando Rose durante una cena si alza dal tavolo e corre verso la poppa della nave dove scavalca la ringhiera pronta a gettarsi, ma Jack che era nei paragi riesce a convincerla e a farla tornare sulla nave ma mentre lei riscavalca la ringhiera schiaccia con il piede il suo vestito e perde l’equilibrio e quasi rischia di cadere davvero nell’oceano fortunatamente Jack riesce a tirarla su, ma a causa delle grida di Rose arrivano delle guardie e la trovano stesa a terra con Jack su di lei (senza scarpe e senza giacca) e pensano subito male, viene chiamato il Commissario di bordo e Cal ma Rose spiega che si era trattato di un incitente che sporgendosi per vedere le eliche era scivolata e che Jack l’aveva salvata. Jack per ricompensa viene invitato a passare una cena con loro durante la quale la madre di Rose, che aveva percepito il pericolo che poteva rivelarsi Jack, cerca di ridicolizzarlo sempre di più sottolineando più volte che apparteneva alla 3° classe, non tutte si comportarono male nei suoi confronti, per esempio Molly Brown gli prestò un vestito elegante per farlo apparire come uno di loro. Molly si rilevò una delle poche a voler tornare indietro mentre erano nelle scialuppe per salvare le 1500 persone che erano in acqua ma per paura di imbarcare troppa acqua e di far affondare la scialuppa la sua proposta non fu appoggiata da nessuno dei presenti. Dopo la cena Jack invitò Rose ad una vera festa tenutasi in 3° classe dove si ballava e credo che quelle siano state le riprese più divertenti per il cast.

La madre di Rose, Ruth, invece si rileva sempre con un carattere egoista sia quando impedisce a Rose di frequentare Jack perchè sposando Cal i loro debiti potevano essere estinti altrimenti lei sarebbe dovuta andare a lavorare e avrebbero dovuto mettere all’asta le loro cose, mentre gli dice queste cose la madre di Rose le lega sulla schiena il corsetto che simboleggia una trappola, una vita senza scelte; anche quando si stavano imbarcando Ruth mostra il suo egoismo: si chiede se le scialuppe erano divise per classe e sperava che non fossero troppo affollate, Rose la rimprovera dicendole che la maggior parte delle persone su quella nave sarebbero morte poiché le scialuppe erano insufficienti per contenerle tutte (questo perché troppe scialuppe avrebbero fato perdere bellezza alla nave), Cal interviene dicendo che si sarebbe salvata la parte che conta. Rose rimane schifata sia del comportamento della madre sia di quello di Cal e se ne va, Cal le corre dietro e l’afferra per un braccio e gli chiede: ‘Vai dai lui?”, e lei gli rispose: “Meglio essere la sua puttana piuttosto che tua moglie” e poi gli sputò in faccia; lo sputo ci riporta alla scena in cui Jack e Rose passeggiavano sul ponte e lui gli mostra come si sputa come un uomo, e serve per indicare qualcosa che le aveva dato Jack.

In questo momento Jack si trovava in una cabina ai piani bassi in manette perché accusato di aver rubato il diamante, ovviamente lui non ne aveva colpa ma gli era stato messo nella giacca per farlo sembrare responsabile. Rose quando lo raggiunse cerca la chiave per aprire le manette non trovandola va a cercare aiuto matrona solo un’accetta, una volta tornata da Jack lui le fa colpire un mobile 2 volte dicendole di colpire la seconda volta il punto colpito la prima, lei colpisce un punto lontano al prim ma nonostante questo Jack la fa procedere lo stesso dimostrandole fiducia; la fiducia dimostrata reciprocamente dai due è un tema che si trova più volte in più scene, cm per esempio quando Jack, dopo che Rose gli ha detto, anche se non lo pensava veramente, di lasciarla stare lui va a prua e guarda il mare; all’ora del tè, Rose, si rende conto che ama Jack e che la vita da nobili intrappola le persone chiudendole nel proprio guscio; al tramonto lo raggiunge alle spalle sorprendendolo e dicendoli che ha cambiato idea, Jack gli chiede se si fida di lui e poi le fa chiudere gli occhi, la fa salire sulla ringhiera, e le apre le braccia, quando gli rifà riaprire gli occhi lei ha l’impressione di volare. Qui si scambiano il primo bacio. Questa è una delle scene più belle del film.

Dopo questa scena c’è Rose (anziana) che racconta la storia e si vede che in mano tiene il fermaglio con la farfalla proprio per indicare la metamorfosi di Rose, grazie a Jack, e la sua uscita dal guscio.

Il Titanic colpisce l’iceberg alle 23:40 del 14 aprile 1912, l’urto avvenne lateralmente alla punta della prua e causò una falla di 100 metri e la rottura di cinque stive, questo provocherà l’affondamento del Titanic, con quattro ci potrebbero essere delle possibilità di non affondare, ma non con cinque. Venuti a sapere che il Titanic affonderà, il capitano rivolgendosi a Ismay, lo assicura che finiranno lo stesso in prima pagina, questo si rivolge ad una scena in cui Ismay dice al Capitano di accendere anche le ultime caldaie in modo che la nave vada più veloce e arrivi a New York prima sorprendendo tutti oltre che per la grandezza del Titanic anche della sua velocità. Quella sera il mare era piatto senza onde e senza schiuma bianca. Questo rese più difficile identificare gli iceberg. Inoltre in cielo non c’era la luna ma solo stelle; quindi era anche una notte buia. Il capitano ormai certo della tragedia si chiude nella sua cabina e aspetta solo di morire, invece il signor Ismay sale di nascosto su una scialuppa salvandosi.

Furono iniziati quindi a far salire sulle scialuppe i passeggeri prima donne e bambini. Jack cerca di convincere a far salire Rose su una scialuppa per permettere almeno a lei di salvarsi qui viene raggiunta da Cal che vedendola con una coperta addosso gliela leva e gli mette il suo cappotto. Rose sale quindi su una scialuppa ma mentre viene calata lei non riesce a pensare di separarsi da Jack e salta dalla scialuppa verso il Titanic, lei fu l’unica che fece una cosa del genere, quando i due si riabbracciano lui gli chiede perchè l'ha fatto e lei gli dice “Salti tu salto io, no?” una frase che gli lega dall’inizio, la stessa frase gliela dice Jack quando lei stava per gettarsi dalla ringhiera all’inizio del film, quando i due si sono incontrati per la prima volta.

Sul punto dove si incontrarono la prima volta a poppa si ritrovarono mentre la nave sprofondava sotto l’oceano e Rose glielo ricorda a Jack, questo per mantenere viva la storia d’amore anche durante la tragedia.


Una volta affondata la nave 1500 persone si trovano nell’Oceano Atlantico consapevoli di morire. Jack e Rose provano a salire su un pezzo di legno che galleggiava sull'acqua ma tutti e due non ci stavano e quindi Jack decide di farci stendere solo Rose, consapevole che non ce l’avrebbe fatta e anche questa volta preferisce sacrificarsi ma dare a Rose l’opportunità di salvarsi. Jack cercò di dare forza a Rose e gli chiese anche di pronmettergli che lei non sarebbe morta quella notta, ma si sarebbe salvata, avrebbe avuto dei bambini e sarebbe morta da anziana, al calduccio, nel suo letto.

Solo una scialuppa tornò, ma era ormai troppo tardi, molti erano hgià morti; Rose sente che qualcuno era tornato, e nell’avvisare Jack si accorge che lui non ce l’aveva fatta. Rose iniziò a gridare ma non fu sentita, questo vuole indicare che la decisione di vivere non era sufficiente ma quando comprende per farsi notare nuota da un uomo nelle sue vicinanze che aveva un fischietto, e inizia a fischiare, facendosi notare. Quella sera morirono 1500 persone, delle venti scialuppe nelle vicinanze solo una tornò indietro, 6 persone furono salvate dall’acqua, una di quelle era Rose. Le 700 persone sulle scialuppe non poterono far altro che aspettare, aspettare di morire, aspettare di vivere, aspettare un perdono che non sarebbe mai arrivato.


Uno dei ricercatori disse a Rose (anziana) che non avevano mai trovato niente su Jack Dawson e lei rispose: “Non ho mai parlato di lui sino ad oggi con nessuno, neanche con tuo nonno”, riferendosi alla nipote, “Il cuore di una donna è un oceano pieno di segreti, e ora sapete che c’era un uomo di nome Jack Dawson che mi ha salvata, in tutti i modi in cui una persona può essere salvata; non ho niente di lui, neanche una sua foto; vive solo nei miei ricordi.”

Dopo aver raccontato la storia Rose si sporge dalla ringhiera, tra le mani stringeva il gioiello, che si accorse di averlo quando era sulla Carpathia mettendosi la mano nella tasca del giubbotto che le aveva dato Cal; e lo buttò nell’oceano.


Alla fine si vede Rose stesa nel letto con accanto le sue fotografie, mantenendo la promessa fatta a Jack; comunque rimane un’ambiguità: non si sa se Rose è viva e sta sognando o se è morta e sta per raggiungere il paradiso del Titanic.


Come preannunciato anche dall’elenco degli oscar vinti questo film ha delle musiche spettacolari e adattissime ai vari momenti, ovviamente quella che preferisco è “My Heart Will Go On” di Celine Dion.

Come avrete capito questo film mi piace molto, anzi è il mio preferito. Ogni volta che lo vedo, ormai sarò arrivato a una quindicina di volte mi fa sempre emozionare e commuovere. Ci sono poi delle frasi (alcune delle quali ho riportato anche nell'articolo) davvero belle e ricche di significato. Ho trovato inoltre tutto il cast eccezionale, soprattutto i due protagonisti che avrei premiato con l'oscar. Fantasticva è anche la ricostruzione della nave e dell'affondamento.

VOTO:

P.S.: Ho pensato di recensirlo dopo che ieri sera Canale5 l'ha trasmesso per l'ennesima volta e io per l'ennesima volta non me lo sono perso, però ho deciso di vedermelo con il DVD in modo di evitare le numerose pubblicità.

5 commenti:

xero ha detto...

gran bella recensione al complimenti sei molto operativo sono contento mi piace leggere recensioni di qualsiasi genere!

il film ha lancato di caprio e la winlset anche se lei ha fallito secondo me non trovate?

di caprio invece é migliorato moltissimo con the departed e l'ultimo di ridley scott! che ne dite voi?

il voto pero 10 é eccessivo secondo me meriota un bel 8 per lo scenario ricostruito alla perfezione! ma étroppo lungo secondo me!

voi he ne dite ragazzi?

bravo al per la recensione!

Al ha detto...

Graxie... devo dire che x qst recensione mi sono lasciato andare appena inzio a parlare di qst film non riesco più a fermarmi!!!
E' vero l'eccessiva lunghezza ma a mio avviso tutte le parti sn necessari e avendo visto anche le scene tagliate avrei lasciato anche quelle, ce ne sn alcune davvero belle peccato che nn sono state messe.

Per quanto rigurada gli attori diciamo che hai ragione sul crescere di Leo ma anche Kate non mi disp. Sono curioso di vederli enmtrambi di nuov nel nuovo film che uscirà a fine gennaio.

Locke ha detto...

Gran bella recensione !!!!Il film e bellissimo anche se sui canali normali nn si può vedere...Sabato mi sembra sia finito ad orari improponibili!!!Concordo con Xero sugli attori per me Di caprio ha avuto molta fortuna a diventare pupillo di Scott. Kate secondo me nn ha avuto la carriera che ci si aspettava dopo questo film.

Al ha detto...

In effetti sui vederlo sui canali normali è quasi assurdo, infatti l'hanno fatto di sabato e no durante la settimana cmq è finito verso l'una!!!
Finito di vedere il DVD ho rivisto il finale su Canale5!!!

Emanuele ha detto...

Kate Winslet ha tanto fallito che ha vinto nel 2009 anche un Oscar... senza contare le nomination da record..