LA PUBBLICITA' CI FA INSEGUIRE LE AUTO E I VESTITI, FARE LAVORI CHE ODIAMO PER COMPRARE CAZZATE CHE NON CI SERVONO.
(Tyler Durden)

Citazione del mese:

"Ci trattavano come delle stelle del Cinema, ma eravamo più potenti, eravamo tutto. Le nostre mogli, le madri, i figli campavano bene con noi. Io avevo dei sacchetti pieni di gioielli nella credenza in cucina, avevo una zuccheriera piena di cocaina sul comodino accanto al letto. Mi bastava una telefonata per avere tutto quello che volevo: macchine gratis, le chiavi di una dozzina di appartamentini in città. Scommettevo 30 mila dollari ai cavalli di domenica, e sperperavo le vincite la settimana dopo oppure ricorrevo agli strozzini per pagare gli alibratori. Non aveva importanza, non succedeva niente quando eri in bolletta andavo a rubare un altro po' di grana, noi gestivamo tutto; pagavamo gli sbirri, pagavamo gli avvocati, pagavamo i giudici stavano sempre con la mano tesa, le cose appartenevano a chi se le prendeva. E adesso è tutto finito. È questa la parte più dura, oggi è tutto diverso. Non ci si diverte più, io devo fare la fila come tutti gli altri e si mangia anche di schifo. Appena arrivato ordinai un piatto di spaghetti alla marinara e mi portarono le fetuccine col Ketchup. Sono diventato una normale nullità. Vivrò tutta la vita come uno stronzo qualsiasi."

("Quei bravi ragazzi")

giovedì 8 novembre 2007

Il Video della Settimana

Non ci resta che piangere(1984) di Roberto Benigni e Massimo Troisi con Roberto Benigni, Massimo Troisi e Amanda Sandrelli.

Al video di questa settimana non servirà una traduzione, visto che è in italiano. Tutti penso conoscete questo film, Non ci resta che piangere, dove i due nostri eroi vengono catapultati indietro nel tempo nell’Italia del 1492. 

Scritto, diretto e interpretato da Troisi e Benigni, è diventato in breve tempo uno dei piu bei film della storia del cinema Italiano. 

Andrebbe messo tutto il film per quanto sia geniale e divertente, ma abbiamo deciso di mettere questa scena, secondo noi la più surreale nonché la più comica.

Grazie Massimo e Roberto per questo gioiello!



Curiosità: Benigni e Troisi in un'intervista hanno dichiarato che la celeberrima scena in cui passano la dogana è stata girata più e più volte perché i due non riuscivano a restare seri. Addirittura la coppia ha dovuto rinunciare a girare tale scena come da copione ed è così rimasta quella che tutti possiamo vedere, con i protagonisti che ridono a crepapelle.

10 commenti:

Locke ha detto...

Bè cosa dire questa e una scena memorabile ogni volta che la vedo muoio dal ridere
Peccato che Troisi sia morto presto insieme a Benigni ci avrebbero donato milioni di scene come questa!!!!!

xero ha detto...

concordo con Locke è una scena strepitosa! ho riso davvero tanto sebbene l'abbia vista migliaia di volte!

avete fatto un ottima scelta, merita la palma di video della settimana ^^

complimenti come al solito! :)

mathilda ha detto...

ehehehe.....stupendo come parla troisi...questa scena è decisamente la più comica del film...certo anche quella con da vinci non scherza però!!ahaha che troisi gli da dell'idiota a leonrado....spettacolare!!

Skripach ha detto...

che spettacolo! da pisciarsi sotto...

Neil McCauley ha detto...

bene sono contento vi sia piaciuta questa scena del resto è troppo bella per non piacere^^

si anche quella scena in cui tenta di insegnare gioco di carte a Leonardo è favolosa ahahha

mathilda ha detto...

ma lo sapete che mi ricorda questa scena??mi ricorda il nostro governo..sentite questa, una volta mi serviva un certificato all'università e mi hanno detto che dovevo anda a comprà la marca da bollo....e un'altra marca da bollo per richiedere quella da mettere sul certificato...!!
non si discosta tanto da sto video...no?!

xero ha detto...

gia hai ragione mathilda e non è certo un complimento quello che gli stiamo facendo pero è la triste e pura realtà :)

Neil McCauley ha detto...

come dice mathilda sembra davvero il nostro governo.

come quando cerchi lavoro ti chiedono il permesso di soggiorno e quando vai a chiedere il permesso di soggiorno ti chiedono se hai un lavoro senno non te lo rilasciano

-________-

mathilda ha detto...

ahahha si giusto, devi avere residenza per lavorare, ma d'altra parte senza garante non trovi manco lavoro come distributore di volantini, senza offesa eh!!
che ridicoli!!

xero ha detto...

che assurdità quella che hai detto Neil...

terribilmente vera da ridere se non fosse cosi drammatica come cosa!