LA PUBBLICITA' CI FA INSEGUIRE LE AUTO E I VESTITI, FARE LAVORI CHE ODIAMO PER COMPRARE CAZZATE CHE NON CI SERVONO.
(Tyler Durden)

Citazione del mese:

"Ci trattavano come delle stelle del Cinema, ma eravamo più potenti, eravamo tutto. Le nostre mogli, le madri, i figli campavano bene con noi. Io avevo dei sacchetti pieni di gioielli nella credenza in cucina, avevo una zuccheriera piena di cocaina sul comodino accanto al letto. Mi bastava una telefonata per avere tutto quello che volevo: macchine gratis, le chiavi di una dozzina di appartamentini in città. Scommettevo 30 mila dollari ai cavalli di domenica, e sperperavo le vincite la settimana dopo oppure ricorrevo agli strozzini per pagare gli alibratori. Non aveva importanza, non succedeva niente quando eri in bolletta andavo a rubare un altro po' di grana, noi gestivamo tutto; pagavamo gli sbirri, pagavamo gli avvocati, pagavamo i giudici stavano sempre con la mano tesa, le cose appartenevano a chi se le prendeva. E adesso è tutto finito. È questa la parte più dura, oggi è tutto diverso. Non ci si diverte più, io devo fare la fila come tutti gli altri e si mangia anche di schifo. Appena arrivato ordinai un piatto di spaghetti alla marinara e mi portarono le fetuccine col Ketchup. Sono diventato una normale nullità. Vivrò tutta la vita come uno stronzo qualsiasi."

("Quei bravi ragazzi")

mercoledì 4 giugno 2008

Personaggio # 97: ANNIE WILKES.



Nome: Annie Wilkes.

Interpretata da: Kathy Bates.

Film in cui è apparsa: Misery non deve morire (1990 Misery).

Citazione più rappresentativa: “Faresti meglio ad iniziare a mostrarmi un po' di stima, si fa cosi da queste parti, Signor Uomo!”

Scena più rappresentativa: Ovviamente quella in cui con un martello rompe entrambe le caviglie del povero Paul.

Box Office(USA): 61,3 M$

Awards: Oscar come migliore attrice protagonista, 1 Golden Globe come miglior attrice in un film drammatico".

Per renderle omaggio basterebbe dire che dopo questo film, Annie Wikes fu votata come diciassettesimo maggior criminale di tutti i tempi dall'American Film Institute durante la festa del centenario, e la rivista Bravo! cita il film tra i 12 più paurosi di tutti i tempi.



Forse il personaggio femminile più pauroso di tutti i tempi, sicuramente entra di diritto in questa speciale classifica: fredda, completamente schizzata, lunatica, insensibile alle suppliche del povero Paul, innamorata follemente di quest’ultimo ma non esita nemmeno un secondo a torturarlo o a tentare di ucciderlo; siamo di fronte ad un personaggio imprevedibile e angosciante.



Del resto uscito dalla penna di Stephen King cosa vi aspettavate, una storia d’amore normale?^^

Fisicamente imponente, con questo faccione che passa in un secondo dal sorriso all’odio più totale, mai un personaggio ha saputo rappresentare in maniera migliore la disillusione scolpita in volto quando si viene delusi da una persona a cui si tiene. Indimenticabili le scene in cui usa martello e coltelli con una faccia che è tutto un programma. Semplicemente unica!

Ovviamente è diventata un personaggio cult e viene citata negli ambiti più disparati, per esempio nell'episodio dei Simpson "coso, dov'è il mio ranch", un David Byrne ferito atterra nella macchina di Moe, e chiede di essere accompagnato a un ospedale.

-Moe: Hai mai visto il film Misery?
-Byrne: Veramente no.
-Moe: Allora tutto questo ti sarà nuovo...

Ecco la terribile scena del martello finisce al minuto 2.49! Vedetela solo se pensate di reggere la visione! Chi mi conosce sa quanto io tenga alle mie caviglie, per me questa scena è insopportabile!



Ogni volta che la rivedo sono felice di non essere un personaggio famoso e di non avere nessun fan!

6 commenti:

Locke ha detto...

Mamma mia non vorrei mai incontrare una donna come lei !!!!!!!!
Scena delle caviglie è insopportabile
fortuna che film non e stato fatto in questi tempi sennò facevano proprio vedere piede che si staccava.
E' vero forse e una delle donne piu terribili che abbia mai visto

revy ha detto...

alla follìa mentale non c'è mai fine....

Alessandro ha detto...

Non ci voglio credere....
oddio!!! le mie caviglieee!!!

Anonimo ha detto...

be pensi sia pesante la scena della caviglia rotta?personalmente trovo più straziante la scena in kill bill volume uno quando the bride taglia il tendine all'infermiere.Oppure in V per Vendetta(Capolavoro ma l'avete recensito?)nello scontro finale con kridie e le sue guardie uccide uno facendolo cadere e si vede e percepisce che il collo va a farsi fo@@@re ^_^ è cmq una mia idea tutto qua.Trovo molto sarcastica e bne fatta la fiine del film(ma sarà anche del libro?)quando la cameriera dice."sono la sua più grande ammiratrice."Claudio84

xero ha detto...

che personaggio terribile ragazzi!

la scena delle caviglie secondo me è piu terribile di quelle che citi claudio perchè è l'atmosfera di impotenza del povero Paul che accentua il tutto! non credi?

la fine come tutti i classici film d'horror non finisce ma ricomincia il ciclo!

mathilda ma nessun personaggio della campbell fino ad ora? come mai?^^

ahahaha

Anonimo ha detto...

io penso che di pende dal fatto che il regista sia un genio che la scena delle caviglie sia così com'è. solo quelli che di horror non capiscono nulla fanno vedere tutto